Prima di parlare di un film di Star Wars, è sempre opportuno precisare come ci si pone nei confronti della saga. Si può essere curiosi, fan, asettici o appartenere a quell'amplissima categoria di persone che in Star Wars vede un pezzo d'infanzia. Un imprinting, comune prevalentemente - ma non esclusivamente - ai nati negli anni '70  e nei primi anni '80, che ha marchiato irrimediabilmente la mente di migliaia di credenti nella Forza. Una premessa doverosa per dire che, probabilmente, nel parlare di una qualcosa a cui si è tanto affezionati non si può essere del tutto obiettivi e ci si ritrova un po' spaccati in due: da un lato c'è il cuore benevolo del fan, dall'altro l'aspettativa fuori scala e l'occhio critico di chi vorrebbe, disperatamente, il capolavoro perfetto. 

Dopo ben 7 puntate di sbadigli, nulla di fatto e 'chi me lo fa fare di continuare questa serie?' è finalmente arrivato il midseason finale di The Walking Dead, che una bella pausa ci voleva proprio.

Pensando alla TV tedesca, inevitabilmente, viene in mente il dinamico duo, tanto caro a mamma RAI, composto dall'ispettore Derrick e dal commissario Rex. Ma, se in quesi ultimi giorni vi siete imbattuti in Dark, la nuova serie Netflix made in Germany, sono certo che da ora in avanti guarderete con occhio diverso e molta più benevolenza la TV teutonica.

Un paio di settimane fa, sulla mia pagina FB un utente, Giovanni, scriveva profeticamente: "le tue (pisco)analisi risultano troppo edulcorate rispetto al livello raggiunto dalla serie..."
Io gli rispondevo così: "TWD la serie is the new (psico)analisi di TWD."

Sponsorizzata

Dopo 3 ottime stagioni (Daredevil 1 2, Jessica Jones), l'asticella della qualità delle serie Marvel Netflix ha iniziato a calare inesorabilmente. Lo spartiacque è rappresentato dall'episodio 1x07 di Luke Cage, per la precisione l'inizio del tracollo è segnato dall'ingresso in scena di Diamondback, personaggio talmente squallido da sembrare uno dei villain on the week di Arrow.

Pigro come un tifoso che guarda Diretta Gol la domenica pomeriggio sul divano con il plaid, Sceneggiatore di Turno ha deciso di aprire anche questo episodio di Fuffa con sporadici Zombie - la serie TV anche nota come The Walking Dead - con l'ennesima carrellata di persone random che fanno cose tipo tagliarsi le unghie dei piedi, scambiarsi lettere e portare il cane a pisciare, il tutto mentre la voce fuoricampo di Rick dice che "Il Piano™ sta funzionando. Stiamo vincendo. Siamo bravissimi. Il Piano™ è geniale. Stiamo vincendo. Negan Nigan suca forte."

Dopo 3 puntate di assenza - dovute probabilmente alla necessità di risparmiare sul compenso di Jeffrey Dean Morgan - finalmente è tornato Negan Nigan. Ma, come ben sappiamo, a Sceneggiatore di Turno piace giocare con la timeline, visto che gli riesce così bene. Per questo motivo l'episodio 8x05 di The Walking Dead si apre con Prete Braveheart - ai tempi in cui, prima di trasformarsi nell'indomito Padre Commando, era ancora un cagasotto che chiudeva fuori dalla chiesa i fedeli per farli mangiare dagli zombie - e poi con un colloquio tra Negan Nigan e Gregorio il Contraddittorio, prima dell'agguato degli Orfani di Cervello© di Rick.

In un mondo in cui non esiste la saturazione dei colori, due tizi in calzamaglia depressi e problematici si menano senza motivo per due ore, poi fanno pace per un curioso caso di omonimia materna ed uniscono le forze contro una tartaruga ninja fatta male in CGI. Questo era, in estrema sintesi, Batman V Superman, film che solo due anni fa aveva sancito la sostanziale sfiducia di buona parte dell'umanità (dico "buona parte" perché sì, ci sono ancora degli irriducibili innamorati di BvS) nell'universo cinematografico DC. 

Ricorderete la gioiosa scampagnata della settimana scorsa in cui il giocondo Re Ezechiele 25:17 arringava i suoi uomini a colpi di sorrisoni e pacche sulle spalle, salvo poi vederli, a fine episodio, macellati come delle maglie rosse di Star Trek.

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via