Finalmente una saga originale nella testata di Cap!
Anche in questo episodio il soldato a stelle e strisce si trova intrappolato nella pericolosa Dimensione Z. Qui dovrà vedersela con alcuni bellicosi abitanti del luogo, mentre lo spietato Arnim Zola si prepara a fare la sua prossima mossa.

Finora Rick Remender sembrava esitare mentre raccontava in questo story-arc del Cap Marvel NOW. Negli episodi precedenti, infatti, non aveva creato un climax di eventi degno dei suoi lavori precedenti. Adesso non più.
Remender ridipinge il personaggio di Arnim Zola come neanche lo sognavamo. Freddo, crudele e pericoloso, questo scienziato cibernetico sta diventando uno dei villain di maggior spessore nell' universo fumettistico della Casa delle Idee.
I disegni di John Romita jr. poi sono qualcosa di unico. Romita è notevolmente in forma e disegna un colpo di scena finale che fa accapponare la pelle.

A seguire continua la caccia di Cap alla società delle Kashmir Vennema. Prima è stato il turno di Occhio di Falco, poi di Iron Man, adesso tocca alla Vedova Nera aiutarlo. I due vendicatori sono alle porte del nemico e stanno per mettere un freno alle azioni illegali di questo esercito di cloni. La narrazione procede meglio di quanto pensassi e i disegni di Francesco Francavilla, per quanto non incontrino il mio gusto, rendono l'idea del caos intorno al palazzo della Vennema Multiversal.

Alla fine di questo numero troviamo altri due episodi della serie della nuova Capitan Marvel. Kelly Sue DeConnick sta svolgendo un lavoro egregio con Carol Danvers. E' chiaro che ama il personaggio ed è anche chiaro che è una bella testa pensante. Mentre racconta di come Capitan Marvel combatta con una squadra di donne e di come ne aiuti altre ad entrare nella NASA, ci dice di più. Ci parla di donne forti che lottano per l'emancipazione femminile. Al giorno d'oggi non sono molti i fumetti Marvel che si impegnano nel sociale, questo è uno dei pochi a farlo. 

Anche se all'inizio della sua carriera, Kelly Sue DeConnick ha le potenzialità per raggiungere l'Olimpo degli autori Marvel.
Infine, i disegni di Dexter Soy, Al Barrionuevo ed Emma Rios. Quelli del primo sono decisamente i più spettacolari.

Inizia ad ingranare la testata del Capitano, anche se all'inizio non si capiva quale strada potesse prendere. Adesso, anche se ancora non si può dirlo con certezza, Capitan America Marvel NOW potrebbe, con altri sforzi, raggiungere i livelli di Thor Dio del Tuono ed Avengers.

Decisamente positivo anche il mio pensiero su questa collana e su cap. america in particolare. Concordo con Emanuele. Nonso dove vuole arrivare, invece, Kelly Sue DeConnick (che non conoscevo prima di queste storie di cap. Marvel) però la lettura è gradevole ed i personaggi per niente banali.


Visualizza Altro
#1
Inserisci Commento

ilbardelfumetto

Benvenuto nel SocialNERDWork dedicato al mondo dei Comics, Manga, Cinema e Serie TV. Fai sentire la tua voce, registrati.

Connettiti via